Forum delle Associazioni Italiane a Parigi

couv-ciao-italiaNouvelles Vagues

Questo il titolo del XIV Forum delle associazioni franco-italiane che si terrà il 24 giugno al Musée National d’Histoire de l’Immigration, che fino a Settembre ospita la mostra “Ciao Italia !” dedicata proprio all’emigrazione italiana. Lo stesso giorno, nel decimo arrondissement di Parigi giovani musicisti, attori e performer si esibiranno al Festival Magari ! Poi la settimana italiana nel 13° arrondissement e persino la Gay Pride.

E sì! la Ville lumière si illumina d’Italia il 24 giugno.

Continue reading

Emigration italienne en France. Spectacles autour de l’expo «Ciao Italia».

couv-ciao-italiaIn concomitanza con la mostra “Ciao Italia”, presso il Museo Nazionale di Storia dell’Immigrazione (Palais de la Porte Dorée) a Parigi, continuano gli spettacoli offerti al pubblico. Una breve sintesi: lasciatevi tentare da “Sicilia” e “Tunisia” Clyde Chabot, “Sulle orme di immigrazione italiana”  di Anna Andreotti o “Visites chantées de l’exposition par le Choeur de l’Émigration et les artistes de La Maggese”.  Tariffe speciali per tutta la Comunità italiana che viene informata dal nostro sito. Come fare? semplice: basterà citare INCA Francia al momento della prenotazione.

Continue reading

L’ INCA France alla Fête de l’Europe a Parigi con Italia in Rete.

L’ INCA France alla Fête de l’Europe a Parigi con Italia in Rete.couvertureevenementfetedeleurope13mai-1.jpg_670_670_2

Sabato 13 Maggio alle 10h30 alle 22h00 piazzale  dell’ Hôtel de Ville de Paris

Il piazzale diventa uno spazio aperto ai cittadini con la presenza degli stand delle Associazioni impegnate, come l’INCA Francia, a favorire la “mobilità” negli Stati dell’UE: un villaggio europeo ricco di iniziative, animazioni, dibattiti, musica.

 

Industria 4.0: le proposte della Cgil

La presentazione del progetto ‘Idea diffusa’

600600p1981EDNmainindustria-4.02Si terrà a Roma la presentazione del Progetto ‘Idea Diffusa’, la nuova iniziativa della Cgil nazionale per comprendere e rappresentare il mondo del lavoro 4.0. L’appuntamento è oggi dalle ore 14 alle ore 18 presso i locali di LUISS Enlabs, in via Marsala, 29/h, e sarà concluso dal segretario generale della Cgil Susanna Camusso.

Continue reading

SICILIA de Clyde Chabot (La Communauté Inavouable ) – Spectacle théâtral

SiciliaSicilia

Auteur, comédienne et metteur en scène, Clyde Chabot présente Sicilia et Tunisia, deux spectacles qui déploient les deux volets d’un récit familial.

SICILIA de Clyde Chabot (La Communauté Inavouable ) – Spectacle théâtral

Représentations les vendredi 28 avril à 20h, samedi 29 avril à 18h et dimanche 30 avril à 16h. Avec Sicilia, Clyde Chabot tente de recoller les morceaux de son histoire familiale en partant sur les traces de ses aïeux qui quittèrent leur Sicile d’origine pour la Tunisie puis la France. Continue reading

Prendi l’Ape sociale…prima che voli

La campagna di informazione di Inca

940x310_APE_sociale

Non sarà una vera e propria corsa ad ostacoli, ma poco ci manca. L’Anticipo pensionistico agevolato (cosiddetto Ape sociale) rivolto ad alcune specifiche categorie di lavoratori, particolarmente svantaggiate, debutta il 1° maggio, salvo sorprese dell’ultima ora, “ma non sarà una passeggiata né per i lavoratori né per il patronato ”, avverte Morena Piccinini, presidente Inca. “Bisognerà fare i conti con le complesse operazioni di verifica individuale dei requisiti richiesti – spiega -, ma soprattutto con i tempi contingentati per la presentazione delle domande, imposti dalla norma”.
Continue reading

Siamo al dunque

Lo sportello #cittadini mobili si è attivato a settembre 2016 con una permanenza settimanale tutti i mercoledì.

Innanzi tutto grazie a quanti ci hanno scritto per segnalarci il loro problema e a quanti ci hanno fatto visita nei nostri uffici. “Cittadini Mobili” che migrano in questa Europa sempre più difficile e sempre meno disponibile e che devono affrontare ogni giorno piccole grandi questioni che influenzano la loro vita. Dalle più semplici a quelle più complesse: la casa, la sanità, la scuola, il lavoro, la burocrazia, l’inefficienza di un’Europa che a connesso i sistemi finanziari ma che è ben lontana dal connettere i sistemi sociali.

Continue reading

Referendum lavoro

#FinoAllaLegge, la Cgil non smobilita

“Non smobilitiamo”. Così il segretario generale Susanna Camusso ha annunciato che la campagna referendaria Cgil continua. “Un decreto, se non viene convertito in legge entro 60 giorni, sparisce nel nulla” ha spiegato: “Siccome non abbiamo visto grande slancio pro-lavoro in questi anni, attendiamo che ci sia la trasformazione in legge”. Camusso, infine, ha anche ricordato che l’obiettivo del sindacato “non era solo quello di abrogare delle cose, ma ricostruire una Carta dei diritti universali del lavoro, cioè dare risposte di lunga prospettiva e di lungo periodo”.

Continue reading

Referendum lavoro: Cgil, decreto primo straordinario risultato ma ci vuole la legge!

Post-22 Il decreto legge del governo, che cancella l’attuale istituto dei voucher e ripristina la responsabilità solidale negli appalti, è un primo straordinario risultato della nostra iniziativa. Abbiamo dopo tanti anni riportato il lavoro e le sue condizioni al centro della discussione nel Paese. Ora il Parlamento deve trasformare in legge il decreto del governo affinché la Corte di Cassazione possa dichiarare accolte le nostre istanze e quindi superato il voto referendario. Per questo la CGIL ha deciso di non smobilitare. Siamo e saremo impegnati ogni giorno fino a quando la legge su voucher e appalti n
on verrà approvata. E poi ancora continueremo la nostra mobilitazione per sostenere la Carta dei diritti universali del lavoro.

Gli appuntamenti:
8 aprile ‘Attivo nazionale dei quadri e dei delegati Cgil’ presso il Teatro Brancaccio di Roma (via Merulana, 244), dalle ore 9.30 alle ore 14, sul tema: “Dal Decreto alla Legge, la nostra #SfidaXiDiritti continua per conquistare la Carta dei Diritti Universali del Lavoro”

8 Marzo 2017

Il Messaggio della CGIL 

“Mai come quest’anno è necessario che la data dell’8 marzo sia una straordinaria occasione per dare seguito alla grande e partecipata mobilitazione generale. La CGIL promuoverà assemblee in tutti i luoghi di lavoro e, laddove ve ne siano le condizioni e le possibilità, garantirà l’effettuazione dello sciopero. Gli attacchi alla libertà delle donne si moltiplicano. Hanno i volti minacciosi di Trump e di Putin, ma non solo: ovunque respiriamo un’aria pesante, di decadenza e di restaurazione. Le donne l’hanno capito subito e si uniscono. Da mesi scendono piazza in tutto il mondo contro la violenza, contro le discriminazioni e le disuguaglianze nel lavoro, per rivendicare il diritto all’autodeterminazione, per difendere i diritti umani e sconfiggere il patriarcato. La CGIL ha scelto la strada delle assemblee e del confronto con lavoratrici e lavoratori per mettere a nudo una cultura che divide uomini e donne anche nel mondo del lavoro, per discutere temi che riguardano tutti, non soltanto le donne.

Abbiamo una lunga storia di mobilitazione e di lotte per i diritti delle donne, ma è la prima volta che questa indicazione viene data all’intera organizzazione. Vogliamo impegnarci in una battaglia limpida e netta anche di ordine culturale, perché è la cultura che va cambiata, ed è arrivato il momento di rompere il silenzio degli uomini. La violenza di genere non conosce tregua, e i femminicidi sono sempre più efferati. Nel 2016 in Italia sono stati 116.

E in fatto di diseguaglianze, a partire da quelle salariali, siamo tra i primi paesi in Europa, il che rende le donne più esposte, perché la povertà e la precarietà rendono molto difficile sottrarsi alla violenza maschile e tornare a una vita libera. Invece sappiamo bene che le donne, insieme ai giovani, sono particolarmente penalizzate dalla crisi economica. Lo dimostrano le disuguaglianze che sono in aumento anche tra le stesse donne, per esempio tra chi ha un figlio e chi non ne ha.

Continue reading