A Foggia, per dire no allo sfruttamento del lavoro.

L’INCA Francia con il cuore a Foggia per un dramma senza confini dove regna incontrastato lo sfruttamento del lavoro.

“Basta sfruttamento basta caporali basta morti”. È lo slogan scelto da Flai, Fai, Uila di Capitanata e da Cgil, Cisl, Uil territoriali e regionali per lanciare la manifestazione di domani mercoledì 8 che parità alle ore 18 dal piazzale della stazione a Foggia. Indetta dopo l’incidente stradale di sabato che ha visto morire quattro giovani braccianti migranti, ha trovato subito l’adesione di un vasto cartello di associazioni a partire da Arci, Acli, Libera e Anpi.

Purtroppo il tragico evento di ieri con altri dodici lavoratori che hanno perso la vita sulla strada dopo una dura giornata di lavoro, rende ancor più impellenti le ragioni di una massiccia presenza di lavoratori e cittadini alla manifestazione . Dobbiamo far sentire forte la nostra indignazione e il nostro impegno contro uno sfruttamento disumano che tratta uomini e donne come carne da fatica funzionale al profitto.

Noi non ci stiamo per una questione di dignità, di rispetto della vita umana, di rispetto del lavoro e delle leggi.

Questa piaga riguarda tutti perché arricchisce economie criminali e macchia la nostra regione di un abomino che va fermato con ogni mezzo. La manifestazione ha assunto ormai il carattere di una iniziativa nazionale. Delegazioni di tutte le categorie della Cgil di tutti i territori domani saranno a Foggia. Domani ogni iscritto e militante, chi ha a cuore la propria terra, il rispetto delle leggi, la difesa della democrazia che riconosce a ogni uomo e donna pari opportunità, non può che essere a Foggia. Partecipiamo in massa per dire basta con sfruttamento e caporalato”.

 

24 Giugno – Forum delle Associazioni Italiane a Parigi

Un nuovo cambiamento per il Forum delle Associazioni franco-italiane, il cui obiettivo, da sempre, è quello di girare tutti gli arrondissement di Parigi prima di sbarcare nella banlieue della capitale. Organizzato da Italia in Rete,  conta ormai una sessantina di associazioni, domiciliate in tutta la regione parigina e tutte desiderose di fare nuovi incontri, con un pubblico che non necessariamente conoscerebbero restando chiusi nei loro luoghi abituali. E comunque se radicarsi nel quartiere in cui viviamo è un fattore importante dell’integrazione riuscita che tutti ci invidiano, è insito nello statuto di “emigrato” esplorare nuove frontiere.Di straordinaria attualità la presentazione della mostra iconografica-documentaria a cura di Elena Falciano e Caterina Liotti “Passi di libertà” dedicata al 70 esimo anniversario del voto alle donne frutto della collaborazione tra il Coordinamento Donne SPI Cgil di Modena, il Centro di Documentazione Donna di Modena e i Coordinamenti Donne di Reggio Emilia e dell’Emilia Romagna, La mostra  è stata presentata al Forum delle Associazioni  su iniziativa dell’ ‘INCA CGIL Francia, dello SPI CGIL  e dell’Associazione Emilia Romagna .

La mostra è frutto di un lungo e minuzioso lavoro di archivio tra Modena, Reggio Emilia e Bologna; un lavoro durato vari mesi e fatto di ricerca, tanto di immagini quanto di documenti, al fine di tracciare un percorso storico al femminile per tanti aspetti noto, ma per molti altri ancora da “rivelare”, soprattutto alle giovani generazioni. La mostra racconta la strada percorsa dalle donne italiane attraverso le conquiste, ma anche quella ancora da fare per la piena cittadinanza. Dalla conquista del voto nell’Italia liberata dal Fascismo, ai diritti civili e sociali enunciati nella Costituzione. “La mostra – ci dice Daniela Pellacani Coordinamento Spi Cgil di Modena –  intende sollecitare, attraverso il percorso dei diritti conquistati dalle donne,  riflessioni sul nostro passato e sull’oggi, sui mutamenti che tali conquiste  hanno prodotto nella società e nei nostri costumi. Un patrimonio di tutta la società da far conoscere e sul quale riflettere per poter continuare con altri e per ottenere la piena cittadinanza delle donne”.
“Una eredità che questa mostra e che è necessario trasmettere alle giovani generazioni. Questo è il nostro impegno quando tutti i giorni apriamo le porte del nostro Istituto culturale” prosegue Vittorina Maestroni, presidente del Centro documentazione donna.

 

 

Le Giornate del Lavoro – Lecce 13-16 settembre 2018

Arrivate alla loro quinta edizione, anche quest’anno ‘Le Giornate del Lavoro’ organizzate dalla Cgil si terranno a Lecce,  dal 13 al 16 settembre 2018.
‘Democrazia è’
, queste le parole d’ordine delle quattro giornate di incontri, dibattiti, musica e spettacolo che avranno al centro i temi del lavoro, dei diritti e delle grandi trasformazioni sociali ed economiche.

MATERIALI

IL PROGRAMMA

MANIFESTO – A4 – A3 – 35×50 cm – 50×70 cm – 70×100 cm – 100×140 cm –

WEB – cover facebook e twitter  – post – box 600×446

Guarda il VIDEO

60 anni…..1958-2018 e abbiamo imparato a volare!

L’INCA Francia, una storia lunga 60 anni, una storia di persone. Una storia d’ impegno sociale. Una storia, di eventi di conquiste, di parole…. quelle della nostra storia!

La CGIL italiana  e la CGT francese insieme. Una collaborazione straordinaria  per dar voce alle migliaia di migranti occupati nelle miniere del  nord, nell’industria siderurgica della Lorena, nelle grandi opere di ricostruzione post bellica. Minatori, operai, muratori, carpentieri: persone da accogliere, sostenere, difendere. E noi a crescere in questi 60 anni e a misurarci con le grandi trasformazioni. Persone e parole che hanno arricchito la nostra storia.

Persone e……..

miniera, altoforno, telaio, catena di montaggio, aerospaziale, cantiere, elettronica, agricoltura, turismo, trasporti, erasmus, dottorato, ricerca, cattedra, micro-impresa, donne, uomini, anziani, giovani, stranieri, italiani, associazioni………………

Persone e………..

valigia di cartone, trolley, terza classe, low cost, baracche, 15mq, casa, banca, telefono, luce, condominio, documenti, sogni, speranze, illusioni, mai mollare, sconfitta, successo, passato, futuro, Italia, Francia, Londra, Berlino, Madrid, America, Australia…………

Persone e……….

Europa, diritti, lavoro, sud, nord, centro, rimango, ritorno, cambio, vivo qui, cresco, tasse, scuola, sanità, pensione, reversibilità, esistenza in vita, terrorismo, Bataclan, Nizza, memoria, felicità, indifferenza, attenzione, soluzioni……………

Continue reading

Tutti i materiali per conoscere e iscriversi a “ITACA”

Oltre agli articoli, agli approfondimenti, alle interviste e alle news, ITACA produce volantini, brochure e locandine: qui sul sito trovi tutti i materiali utili.

In queste settimane, ITACA non ha prodotto soltanto gli articoli che hai trovato qui sul sito o sulla nostra pagina facebook; non abbiamo lavorato solo su approfondimenti, studi e ricerche, né ci siamo limitati a rilanciare interviste o news. In queste settimane, ITACA ha dato vita ad iniziative ed eventi, promuovendole direttamente o partecipandovi con convinzione.

Come nel caso degli Sportelli “Nuova Emigrazione”, realizzati in collaborazione con la rete delle associazioni INCA nel mondo, ITACA ha prodotto materiali illustrativi, locandine e brochure. Oggi, ITACA lancia la propria brochure: un materiale semplice, leggero, un foglio di carta da piegare in tre parti che permetterà a tutti di conoscerci, farsi una prima idea su cosa siamo e cosa facciamo e, magari, tenersi in contatto con noi.

Alcune parole di introduzione, qualche foto per intuire dove siamo e poche ma precise indicazioni per trovarci, per scriverci, per vedere cosa stiamo facendo e per dirci cosa –secondo voi- dovremmo fare.

Scarica la brochure di ITACA e tutti i nostri materiali direttamente qui sul nostro sito.

Manovra finanziaria: grave il ritiro degli emendamenti sul lavoro

 “Quanto si sta decidendo in queste ore sui temi del lavoro è grave e conferma l’incapacità dell’Esecutivo a mantenere gli impegni”. Così la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti commenta il ritiro in Commissione Bilancio della Camera dei due emendamenti alla manovra relativi all’aumento dell’indennità di licenziamento e alla riduzione della durata massima dei contratti a tempo determinato.

 “Entrambi gli emendamenti, seppur di valenza limitata, provavano a mettere in discussione l’impianto complessivo del Jobs Act, le cui conseguenze disastrose sono state confermate quest’oggi dalla nota congiunta diffusa da Istat, Inail, Inps, ministero del Lavoro ed Anpal”. “Anche nel terzo trimestre – sottolinea – si registra una forte crescita dei contratti a tempo determinato e un calo dei tempi indeterminati”.

“Lavoro di qualità e investimenti pubblici sono l’unica soluzione  per una crescita inclusiva e per affrontare l’emergenza della disoccupazione giovanile”.

11 DOMANDE

27 Novembre – Piove ma alla Maison d’Italie nella Cité Universitaire di Parigi. L’INCA Francia ci attendono i giovani ricercatori e dottorandi ospiti nella Maison per rispondere alle loro domande su questioni concrete legate alla loro “cittadinanza mobile”. Un grazie al direttore della nostra residenza Roberto Giaccone che ci porge il suo saluto e rimane con noi fino alla fine.

  1. Conviene iscriversi all’AIRE ai fini pensionistici o generali?
  2. Cos’è e cosa prevede lo status di CADRE? O altri contratti  simili, tipici francesi e non noti a noi italiani.
  3. Come funziona lo chomage? Quando se ne acquisisce il diritto?
  4. AIRE, cadre, chomage: come influiscono sugli aspetti pensionistici francesi?
  5. Che documenti devo conservare per essere sicuro di poter far valere ciò che mi spetta quando sarà il momento?
  6. In quale parte della mia busta paga sono scritti i contributi versati? Più in generale, cosa c’é scritto sulla busta paga.
  7. Ho studiato/lavorato in più paesi europei: é possibile avere una pensione in base ai contributi versati nei vari stati?
  8. Esistono accordi per una pensione europea? Se si, quali stati sono coinvolti?
  9. Fondi italiani ma vivo in Francia: dove devo pagare le tasse?
  10. Convenzione particolare per le tasse Italia-Francia per i ricercatori: per i primi due anni non si pagano le tasse; come influisce ciò ai fini pensionistici?
  11. Vivo in Francia con stipendio francese ma non sono iscritto all’AIRE: dove dovrei pagare le tasse e come funziona per la pensione?

Due ore di confronto, tante domande, molti dubbi in particolare sul valore dell’iscrizione all’AIRE e sulle problematiche fiscali. Si finisce con parlare di “ITACA” invitando tutti ad iscriversi alla NewsLetter e, perché no, valutare anche di associarsi.

Sono arrivate le 23.00 e si torna a casa. Molte questioni meritano un ulteriore approfondimento e ci impegniamo  a rincontrarci presto.Incontro con l’esperto (1)

BENVENUTI IN FRANCIA – Una serata davvero interessante.

” Serata speciale per la presenza dell’Ambasciatore Italiano a Parigi, dell’Ambasciatore Italiano presso gli Or

ganismo Internazionali presenti a Parigi, della Console generale a Parigi e di oltre 20 associazioni sia di vecchia costituzione che di nuova spontanea aggregazione. Associazioni che aggregano giovani laureati di prestigiose università italiane, giovani impegnati in importanti università francesi, giovani che lavorano in imprese locali o che seguono la strada di professioni liberali.

Abbiamo provato a raccontare ad una platea di 140 connazionali che vivono in Francia che “Per chiunque viaggi” Itaca è l’idea di casa. Di una “casa” reale, esistente in pietra e mattoni, e di una “casa” ideale, fatta di affetti studio, lavoro,  sicurezza.

Abbiamo raccontato perché ITACA   (Italian and Transnational Association for Communities Abroad) prende forma  con lo scopo di ampliare la “rete” Inca CGIL nel mondo, attraverso relazioni sempre più strutturali con i sindacati locali, con le organizzazioni sindacali internazionali e con le esperienze associative operanti nei vari paesi, che condividono i valori del Patronato della Cgil.

Continue reading

Benvenuti in Francia: l’INCA Francia presenta ITACA

Nuovo appuntamento promosso dalla Associazioni Italiane presenti nell’Ile de France il 16 ottobre prossimo rivolto alla nuova emigrazione italiana che nel corso di questi ultimi anni sta massicciamente arrivando in Francia

Alla Maison de l’Italie presso la  Cité Universitaire, Il Comites di Parigi e 20 Associazioni Italo-Francesi organizzano 4 tavoli tematici di  “servizio” per i nuovi “cittadini mobili”

Inserimento professionale, Studio e ricerca, Arte e cultura, Vita pratica e diritti sociali

L’INCA Francia partner dell’iniziativa, sull’onda dello sportello aperto nel 2016 rivolto proprio ai “cittadini mobili” presenterà la nuova associazione transnazionale ITACA, la casa di quanti hanno deciso di percorrere le strade del mondo.

Continue reading